il car sharing

Il car sharing

Per car sharing si intende un servizio che permette di condividere un’auto, nel senso di utilizzarla su prenotazione, quindi di riportarla al parcheggio perché altri possano usarla e di pagare solo limitatamente all’uso che se ne è fatto.

Il car sharing è un servizio che rientra nel novero di quelli di ‘mobilità sostenibile’, cioè di quell’incentivo alla mobilità responsabile e che si curi anche dell’ambiente in un’ottica di abbattimento delle spese e dell’inquinamento.

L’idea del car sharing nasce in Svizzera, e da lì poi si è diffuso velocemente sia in Inghilterra che in Germania, negli USA ed in Australia. In alcuni Stati, come quelli del Nord Europa, funziona particolarmente bene e quindi si tratta di un servizio molto diffuso.

Il termine car sharing, dall’inglese, significa proprio ‘condivisione dell’auto’ e si indica quindi un autonoleggio a breve termine.

In genere, le vetture con le quali si fa car sharing sono messe a disposizione da un’azienda, grande o piccola, e poi sistemate in diversi punti del centro urbano.

Esistono molteplici modalità di utilizzare il car sharing: dato che oggi si stanno diffondendo molto le applicazioni, si tende a far sì che il cliente possa registrarsi al sito e poi prenotare l’auto che desidera direttamente da internet, in modo veloce e comodo.

Esistono diverse tipologie di car sharing.

Una di esse si chiama ‘one way’ e consiste nel servizio per cui le vetture possono essere lasciate in qualsiasi luogo (purché sia lecito) in una zona coperta dal servizio. In questo caso, infatti, non si è tenuti a riportare l’auto direttamente nel parcheggio o nella stazione di servizio, e si tratta del car sharing ideale per chi debba fare dei brevi spostamenti.

Altre aziende invece lasciano l’auto a noleggio per un mese, previo pagamento del fee, canone mensile.

Sempre più enti pubblici hanno deciso di offrire nelle loro città un servizio di car sharing, pensato per chi debba fare degli spostamenti brevi e non abbia a disposizione la macchina. In questo modo si può anche ridurre l’inquinamento, giacché la maggior parte delle persone che usano car sharing vivono in città e non comprano neppure l’auto.

Inutile dire che il car sharing comporta una serie indubbia di vantaggi, come per esempio la diminuzione dei costi che la manutenzione di una vettura richiede nel tempo.

Il car sharing consente anche di usufruire di un mezzo ben funzionante, efficiente e controllato, e senza dove pagare neppure il parcheggio.

Il tutto ad un prezzo che varia a seconda della città e delle condizioni del servizio.

Per esempio, il servizio può essere molto utile per coloro che devono percorrere sempre lo stesso tragitto per andare sul luogo di lavoro e non vogliano acquistare un’automobile.

Si auspica che in un futuro il car sharing, in quanto servizio moderno ed utile, possa anche diffondersi al di là delle maggior città italiane e diventi un mezzo di spostamento comodo e sempre più in voga, in modo da abbattere i costi delle auto ma anche da diminuire l’inquinamento che l’utilizzo a tempo pieno di un’auto potrebbe comportare.